Risultato finale

16 Ottobre 2021 18:00

Lazio
47' (2t) Milinkovic-Savic
36' (2t) Felipe Anderson
19' (2t) Immobile (R)
3 - 1
Inter
13' Perisic (R)
arbitro Massimiliano Irrati / guardalinee Perotti, Palermo / 4° uomo Manganiello
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
46' Si chiude la prima frazione di gioco all'Olimpico: nerazzurri avanti all'intervallo grazie al rigore realizzato da Ivan Perisic
45' Segnalato un minuto di recupero
44' Destro di Perdo, deviato in corner da Barella
42' Grande azione dei nerazzurri: Brozovic per Perisic che innesca Barella, scavetto per saltare Patric e cross al centro con Reina che anticipa Dzeko
40' Tentativo dalla distanza di Basic: sinistro teso ma centrale, para Handanovic
36' Ammonizione per Gagliardini dopo un intervento in scivolata su Leiva
35' Iniziativa personale di Felipe Anderson e sinistro centrale, Handanovic blocca a terra senza problemi
34' Grande intervento di Reina, che devia la staffilata di Perisic dal limite negando il raddoppio ai nerazzurri
33' Colpo di testa di Immobile sul cross di Milinkovic-Savic. Palla fuori alla sinistra di Handanovic
32' Cross teso di Barella, Dzeko anticipa tutti sul primo palo e la spizza di testa ma non riesce a inquadrare lo specchio della porta
31' Sinistro a giro di Barella dal vertice destro dell'area. Palla non lontana dalla porta di Reina
29' Cross di Dimarco dalla sinistra, Patric di testa libera l'area
27' Fallo di Basic su Barella. Cartellino giallo per il centrocampista biancoceleste
24' Palla da destra di Felipe Anderson, Basic calcia di prima intenzione ma Handanovic è reattivo e devia, poi Skriniar mette in corner
21' Azione insistita dei nerazzurri, Dimarco pescato in area ma dal lato corto il suo cross viene murato in corner
18' Perfetta chiusura di Skriniar che in scivolata sbarra la strada alla percussione centrale di Felipe Anderson
13' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOL! Perisiiiiiiiiic! Ivan dal dischetto non sbaglia, spiazza Reina e porta in vantaggio l'Inter: 1-0 per i nerazzurri!!!
12' Grande cambio di campo di Dimarco e Barella viene steso in area da Hysaj. È calcio di rigore per l'Inter!
11' Conclusione di Leiva dopo il destro di Pedro murato da Skriniar. Palla alta sopra la traversa
10' Bel lancio di Bastoni per l'inserimento di Dzeko, che per un centimetro non riesce ad agganciare il pallone davanti a Reina
8' Dimarco pennella dalla bandierina, de Vrij anticipa Basic ma di testa non inquadra lo specchio
7' Tentativo di cambio di gioco di Barella, che prova a mandare in porta Dimarco: Marusic è attento e di testa appoggia il pallone a Reina
4' Punizione di Milinkovic-Savic dai 25 metri. Muro della barriera nerazzurra, che respinge il tentativo del centrocampista della Lazio
2' Primo squillo nerazzurro: cross di Perisic dalla sinistra e colpo di testa di Dzeko che sale in cielo ma manda il pallone alto sopra la traversa
1' Si parte! Inizia Lazio-Inter, primo pallone giocato dalla formazione di casa. Forza ragazzi, FORZA INTER!!!
1' Solito 3-5-2 per Simone Inzaghi, che sceglie Perisic-Dzeko come coppia d'attacco. Squadre che fanno il loro ingresso sul terreno di gioco, tra pochi istanti il calcio d'inizio del match!
1' Archiviata la sosta per gli impegni delle Nazionali, l'Inter torna in campo per la 8^ giornata di Serie A. Nerazzurri di scena all'Olimpico contro la Lazio di Maurizio Sarri
Minuti Cronaca
52' Cartellino rosso per Luiz Felipe
51' Irrati fischia la fine: la Lazio vince 3-1 in rimonta ma c'è ancora tensione sul terreno di gioco dell'Olimpico
49' Salvataggio sulla linea di Luiz Felipe, con l'Inter che non riesce ad accorciare le distanze con de Vrij
47' La Lazio trova il 3-1 con il colpo di testa vincente di Milinkovic-Savic sulla punizione battuta da Luis Alberto
45' Segnalati sei minuti di recupero
43' Ammonito Correa per proteste
41' Nell'Inter dentro Calhanoglu per Barella
40' Doppio cambio nella Lazio: dentro Cataldi e Akpa Akpro per Felipe Anderson e Leiva
38' Giallo anche per Milinkovic-Savic
38' Nella Lazio ammonito Felipe Anderson
37' Giallo anche per Dumfries
37' Mischia in campo e volano i gialli da parte di Irrati. Nell'Inter ammonito Lautaro
36' Con Dimarco atterra la Lazio va in vantaggio con Felipe Anderson
35' Percussione centrale e destro di Lautaro, para Reina
33' Inter a un passo dal 2-1 sul pallone di Darmian che attraversa tutta l'area, sul secondo palo Dumfries non riesce ad agganciare a porta spalancata
31' Cambio anche per l'Inter: dentro Lautaro al posto di Dzeko
30' Cambio nella Lazio: Zaccagni rileva Pedro
27' Palla pericolosa di Dumfries per Dzeko, Patric in spaccata salva liberando l'area piccola
26' Tentativo di Pedro da posizione defilata, palla alta sopra la traversa
22' Il terzo cambio è per l'ingresso di Correa al posto di Perisic
22' Dentro anche Vecino per Gagliardini
22' Primi cambi anche per Inzaghi: Bastoni fa spazio a Dumfries
21' Doppio cambio per la Lazio: dentro Lazzari e Luis Alberto per Hysaj e Basic
19' Immobile dal dischetto non sbaglia e trova il pareggio spiazzando Handanovic
18' Cartellino giallo per Bastoni
18' Irrati concede calcio di rigore in favore della Lazio per un tocco con il braccio di Bastoni sul colpo di testa di Patric
15' Destro dalla distanza di Milinkovic-Savic. Palla distante dalla porta di Handanovic
11' Dimarco scambia con Dzeko e affonda sulla sinistra: Patric lo stende e concede calcio di punizione all'Inter a qualche metro dal vertice dell'area
7' Destro di Immobile. che dal vertice dell'area conclude in Curva
6' Cross dalla sinistra di Dimarco, colpo di testa di Darmian sul palo opposto. L'esterno nerazzurro non riesce a dare forza alla conclusione, facile la parata per Reina
4' Inter a un passo dal 2-0: Darmian serve la sovrapposizione di Barella che da posizione defilata fa partire un tiro-cross che mette i brividi a Reina attraversando tutta la linea di porta
1' Si riparte senza novità nelle due formazioni. Forza ragazzi, FORZA INTER!

Handanovic
5.27
5.27
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dimarco
5.83
5.83
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
6.34
6.34
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
6.32
6.32
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
4.15
4.15
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
4.79
4.79
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vecino
4.11
4.11
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
4.23
4.23
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
4.73
4.73
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
5.69
5.69
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
4.15
4.15
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Darmian
6.04
6.04
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dzeko
4.19
4.19
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dumfries
4.04
4.04
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Correa
3.59
3.59
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 4.9 INVIA VOTI
8 tiri porta 4
6 tiri fuori 4
12 falli fatti 12
7 angoli 3
0 fuorigioco 0
53% possesso 47%

Il prossimo sarà il 250° gol segnato dall’Inter contro la Lazio in Serie A: i biancocelesti hanno incassato più reti solamente contro la Juventus nel massimo campionato (275).

La Lazio ha vinto solamente due delle ultime 10 partite di Serie A contro l’Inter (2N, 6P): dal 2016/17 in avanti contro nessuna squadra i biancocelesti hanno ottenuto meno successi (minimo tre sfide nel periodo).

Dopo una serie di quattro successi consecutivi in casa contro l’Inter, la Lazio ha vinto solo due delle ultime sette gare interne con i nerazzurri in Serie A (1N, 4P).

La Lazio ha perso l’ultima partita di Serie A contro il Bologna e non registra due sconfitte consecutive in campionato dallo scorso marzo: in quel caso la prima fu contro il Bologna e la seconda contro la Juventus.

La Lazio non perde da 16 partite consecutive in casa in campionato (14V, 2N) ed è dal 2002 che non fa meglio in Serie A: in quel caso i biancocelesti raggiunsero quota 22 gare interne di fila senza sconfitte.

Lazio e Inter sono due delle tre squadre ad aver segnato più reti dopo un recupero offensivo in questa Serie A (tre, come il Torino).

Nell’era dei tre punti a vittoria il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi è stato l’allenatore della Lazio con più partite in Serie A (197) ed è stato secondo solo a Sven-Göran Eriksson per media punti (1.82 v 1.9) – min. 50 panchine.

Per la prima volta nella sua storia l’Inter ha segnato almeno due gol in tutte le prime sette partite stagionali in campionato – le 22 reti rappresentano il suo miglior risultato dal 1950/51, stagione in cui i nerazzurri hanno registrato il proprio record di gol all’ottava partita (25).

Edin Dzeko ha segnato sei gol in sette partite di questo campionato – solo tre giocatori sono riusciti a realizzare sette reti nelle prime otto gare stagionali del club nell’anno d’esordio in nerazzurro in Serie A: Nyers (otto reti nel 1948/49), Amadei (sette nel 1948/49) e Quaresima (sette nel 1947/48). Il bosniaco ha segnato tre gol contro la Lazio in Serie A, ma solo uno nelle ultime 10 sfide.

Terzo rigore calciato e terzo gol per Ivan Perisic in Serie A (il precedente era datato aprile 2019 contro il Frosinone).

Cinque gol per l'Inter nel primo quarto d'ora di gioco in questo campionato: nessuna formazione ha fatto meglio in questo parziale (5 anche in Verona).

Ivan Perisic é il primo giocatore a segnare almeno un calcio di rigore con il destro e almeno uno col sinistro in Serie A da quando Opta raccoglie questo dato (2004/05).

Con il rigore odierno la Lazio é diventata in solitaria la formazione che ha ricevuto piú rigori nelle ultime tre stagioni (dal 2019/20) nei maggiori cinque campionati europei (32 a favore).

Tra i sei giocatori che hanno segnato almeno 7 gol nei maggiori cinque campionati europei 2021/22, solo Haaland (6 gare) ha collezionato meno presenze di Immobile (7).

vittorie(22) pareggi(29) sconfitte(29)

ROMA - A guardare il risultato finale c'è quasi da non crederci. Nerazzurri in vantaggio fino al 64' e in controllo del match, poi il tabellino recita Lazio-Inter 3-1. Una partita stranissima, viziata dalle assenze e dagli impegni delle nazionali che hanno restituito giocatori a ridosso del fischio d'inizio. Perisic e il vantaggio nel primo tempo, all'interno di una bella prova della squadra di Inzaghi, avevano fatto pensare a una possibile ennesima trasferta vincente. Il rigore di Immobile fissa il pareggio, poi succede di tutto. Felipe Anderson segna al minuto 81 con Dimarco a terra e scatena un nervosismo incredibile che trasforma la partita quasi in una rissa, in una pioggia di cartellini. Nel recupero il 3-1 di Milinkovic, con un'Inter ferita dalla rete subita e comunque capace di provare a gettarsi in avanti anche a giochi fatti. Arriva così la prima sconfitta in campionato per i nerazzurri.

Una partita piena di significati, piena di storie che si intrecciano. Gli aerei che hanno volato dal Sudamerica riportando last minute i nerazzurri, Simone Inzaghi che torna all'Olimpico da allenatore di una squadra diversa dalla Lazio dopo aver passato, di fatto, 22 anni da biancoceleste. E poi, soprattutto, il campionato. L'Inter. La trasferta vincente di Reggio Emilia quasi un ricordo lontano, le 7 partite da vivere tutte d'un fiato prima dell'ennesima sosta da iniziare con il piede giusto.

Perisic in attacco con Dzeko, Dimarco e Darmian sugli esterni, Gagliardini mezzala sinistra. Questa l'Inter disegnata da Inzaghi, privo di Vidal, Sanchez e Sensi e con Calhanoglu, Correa e Lautaro in panchina. Sarri con il 4-3-3, senza Acerbi e con la scelta di Basic al posto di Luis Alberto. Partita aperta, come previsto. Squadre che giocano sempre in avanti, che sanno pressare e costruire. Qualità in campo, da entrambe le parti.

La partenza dell'Inter spiega alcuni temi del match, fin dai primi istanti: Perisic imprendibile, capace di svariare per crossare e concludere. Il colpo di testa di Dzeko dopo nemmeno due minuti è un avvertimento. La Lazio è più verticale: si affida alla verve super di Felipe Anderson, a tratti incontenibile nelle scorribande. Il brasiliano taglia il campo e crea scompiglio, propiziando gli inserimenti di Pedro, Milinkovic e soprattutto Basic. 

L'Inter però capisce le fasi del match e trova la giocata che di fatto metterà in difficoltà la Lazio per tutta la partita: la ricerca del 'quinto' di centrocampo, con cambi di gioco precisi, per andare a creare una superiorità numerica sugli esterni con il lavoro assieme alla mezzala. Darmian-Barella mettono in mostra questo meccanismo alla perfezione, come a Firenze. Ispirati dal lancio di Dimarco, confezionano il rigore del vantaggio nerazzurro, con Barella steso da Hysaj. Dal dischetto è glaciale Perisic nello spiazzare Reina per l'1-0 nerazzurro al 12'.

La Lazio trova in Basic, alla prima da titolare, un fattore: il suo inserimento al 24' sembra vincente, ma Handanovic è bravissimo nella respinta. L'Inter deve badare a questi strappi mentre, sul lato opposto, è pericolosa ancora con Perisic (gran sinistro da fuori). La ricerca di Dimarco sulla sinistra è per tutto il primo tempo il modo per spaventare la Lazio.

C'è meno elettricità ad inizio ripresa ma l'Inter batte sul ferro delle giocate sugli esterni e sulla grande vena di Barella, i cui movimenti non vengono letti dalla difesa biancoceleste. Le occasioni non piovono ed è un episodio a riportare la gara in parità: corner per la Lazio, colpo di testa di Patric e fallo di braccio di Bastoni. Il rigore di Immobile è perfetto e al 64' è 1-1.

Inzaghi e Sarri attingono dalla panchina: di fatto a 25' dal termine inizia una nuova partita, con Dimarco che scala in difesa, Dumfries che si prende la fascia destra e Vecino e Correa che entrano per Perisic e Gagliardini. Non esplodono, le occasioni, anzi. La palla gira più lenta, la stanchezza inizia ad affiorare nonostante le sostituzioni. Più tattica e circospezione, in sostanza, fino all'episodio che decide il match.

All'81' Dimarco viene steso mentre avvia un'azione d'attacco, l'Inter avanza e la Lazio recupera palla, con il difensore nerazzurro sempre a terra. Sugli sviluppi dell'azione Immobile salta Skriniar e calcia: Handanovic para, Felipe Anderson segna a porta vuota e sigla il 2-1. Si scatena un parapiglia in campo che di fatto blocca il match per quattro minuti: piovono gli spintoni, i cartellini gialli (a fine partita saranno 9, 6 per l'Inter, più il rosso a Luiz Felipe al termine del match). Il check del VAR conferma il gol e l'Inter di fatto si trova svuotata di energie, nonostante una buona volontà che non scema nemmeno nel recupero. Proprio nel primo giro di lancette dopo il 90' arriva il gol che chiude la partita: lo segna Milinkovic-Savic, di testa, per un 3-1 che è ovviamente un risultato bugiardo, da dimenticare in fretta. Martedì si torna in campo.

IL TABELLINO

LAZIO (4-3-3): 25 Reina; 77 Marusic, 3 Luiz Felipe, 4 Patric, 23 Hysaj (29 Lazzari 66'); 21 Milinkovic-Savic, 6 Leiva (32 Cataldi 85'), 88 Basic (10 Luis Alberto 66'); 7 Felipe Anderson (8 Akpa Akpro 85'), 17 Immobile, 9 Pedro (20 Zaccagni 75').
A disposizione: 1 Strakosha, 31 Adamonis, 5 Escalante, 19 Vavro, 26 Radu, 27 Moro, 94 Muriqi.
Allenatore: Maurizio Sarri.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni (2 Dumfries 67'); 36 Darmian, 23 Barella (20 Calhanoglu 86'), 77 Brozovic, 5 Gagliardini (8 Vecino 67'), 32 Dimarco; 9 Dzeko (10 Lautaro 76'), 14 Perisic (19 Correa 67').
A disposizione: 21 Cordaz, 97 Radu, 11 Kolarov, 13 Ranocchia, 33 D'Ambrosio, 48 Satriano.
Allenatore: Simone Inzaghi.

Marcatori: 12' Perisic (I) su rig., 64' Immobile (L) su rig., 81' Felipe Anderson (L), 91' Milinkovic-Savic (L)
Ammoniti: Basic (L), Gagliardini (I), Bastoni (I), Dumfries (I), Felipe Anderson (L), Lautaro (I), Milinkovic-Savic (L), Correa (I), Darmian (I)
Espulso: Luiz Felipe (L) al termine del match
Recupero: 1' - 6'

Arbitro: Irrati.
Assistenti: Perrotti e Palermo.
Quarto Uomo: Manganiello.
VAR: Mazzoleni.
Assistente VAR: Preti.

in campo

Reina 25 1 Handanovic
Marusic 77 37 Skriniar
Luiz Felipe 3 6 de Vrij
Patric 4 95 Bastoni
Hysaj 23 36 Darmian
Milinkovic-Savic 21 23 Barella
Leiva 6 77 Brozovic
Basic 88 5 Gagliardini
Felipe Anderson 7 32 Dimarco
Immobile 17 14 Perisic
Pedro 9 9 Dzeko

panchina

Strakosha 1 97 Radu
Adamonis 31 21 Cordaz
Escalante 5 2 Dumfries
Akpa Akpro 8 8 Vecino
Luis Alberto 10 10 Martínez
Vavro 19 11 Kolarov
Zaccagni 20 13 Ranocchia
Radu 26 19 Correa
Moro 27 20 Calhanoglu
Lazzari 29 33 D'Ambrosio
Cataldi 32 48 Satriano
Muriqi 94

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.